L’estate gourmet al Capricorno di Sauze d’Oulx

capricorno_1Arrivare al Capricorno di Sauze d’Oulx (To) è sempre un’emozione. Sia che si tratti di una fredda giornata d’inverno quando questa location è immersa nella neve, sia quando l’estate e i suoi colori la circondano di suggestivi paesaggi di montagna.

Se poi l’occasione è quella di incontrarsi per degustare pane e marmellate artigianali accompagnate dal locale burro di malga, e di scoprire gli appuntamenti che animeranno l’estate in quota, beh state pur certi che quel chilometro di strada sterrata che percorrerete con la vostra auto dal bivio per Richardette sarà tra i tragitti più veloci mai effettuati.

E il motivo è semplice. Perché al Capricorno si sta bene, come vi ho già raccontato in un post lo scorso inverno, ed è sempre bello tornare. Questa volta, insieme alle prelibatezze preparate da Fabrizio Barbero e Andrea Carle chef del ristorante Naskira, l’occasione è stata quella di conoscere due eccellenze piemontesi: il pane di Marco Giaccone e le confetture di Bianca Rosa Zumaglini.

Marco Giaccone, affascinato da chimica e biologia, dopo un primo grande amore per il mondo dei vini e delle fermentazioni, si addentra sempre di più nel settore dell’arte bianca, approfondendo quella passione paterna che è stata un richiamo impossibile da non seguire: la panificazione. Ricercatore di farine e lieviti, insegnante, Giaccone ha fondato Pane Madre un laboratorio aperto a Buttigliera Alta (To) dove panifica con farine artigianali e lievito naturale. Al Capricorno ha presentato questa gamma: pane tipo Altamura, pane integrale, pane di grano arso, baguette, pagnotta Capricorno, pane ai 5 cereali, grissini della tradizione piemontese (rubatà e grissini dolci).

©SarahScaparone2014-3987-2
Marco Giaccone e Bianca Rosa Zumaglini allo Chalet Il Capricorno di Sauze d’Oulx

Con lui Bianca Rosa Zumaglini, giornalista biellese di grande esperienza e temperamento che, grazie al suo amore per la cucina, non ha mai smesso di raccogliere, catalogare, collezionare e recuperare dati storici, ricette, ricordi. Conosciuta come Bianca delle conserve ha presentato al Capricorno la gamma delle sue conserve che non vende, ma produce e regala solo per l’amore e il piacere di farlo. Autrice di numerosi libri, collaboratrice de La Stampa dal 1967, racconta da sempre l’essenza di dolci alchimie a base di frutti attuali, ma anche di quelli di un tempo che nelle campagne erano conosciuti soprattutto con nomi dialettali e che lei produce nel suo curato giardino. E così il pane di Marco Giaccone ha sposato per un giorno le marmellate di Bianca Rosa Zumaglini: Fiori di Tarassaco (raccolti nei prati intorno al Capricorno), carote, patate Monalisa, fagioli bianchi, latte, fichi fioroni masorati (sciroppati), banane al cioccolato e poi ancora fragole al gelsomino, melanzane bianche, zucca, fiori di tiglio, prugne bianche, limoncina e lavanda, gelatina di peperoni di Carmagnola… Alla base di ogni produzione solo frutta nostrana e la voglia di sperimentare con accostamenti spesso originali e non del tutto usuali.

 

 

E se l’appuntamento dedicato al binomio pane e marmellata, per una merenda d’autore, è stato il primo apprezzato incontro, ecco gli altri momenti che animeranno lo Chalet Il Capricorno durante l’estate:

26 luglio – Buon Compleanno HACM! A un anno dalla sua presentazione, HACM (Accademia Alta Cucina di Montagna) è lieta di spegnere la sua Prima candelina con i membri del suo Club. Un clima di festa che farà da cornice alla premiazione del concorso “Disegna la Mascotte e vinci la Montagna”.

09 agosto – AperiJazz in quota… per chi parte. Una fresca e rilassante serata tra le mille sfumature del tramonto e le tante delizie della Cucina e della Pasticceria del Ristorante Naskira. Un omaggio ai cinque sensi, scandito dalle note del Trio jazz manouche del Maestro Luca Rigazio.

13 settembre – AperiJazz in quota… per chi torna. Un nuovo appuntamento di fine estate con il jazz del Maestro Luca Rigazio. Ospite d’onore, Joseph Barnum, primo trombone dell’Orchestra Sinfonica della Rai, noto anche come solista e come re-maker del  country jazz degli Anni ’50.

20 settembre – Vecchio Piemonte. Un tuffo nel passato in compagnia di Simonetta Bosso, alla scoperta dell’antiquariato del Salone San Giorgio e del vintage d’autore, di Mercati e Mercatini Piemontesi, del piacere del recupero… A seguire cena “Vecchio Piemonte” alla riscoperta degli antichi sapori della Cucina Piemontese.

 

Le foto della location sono tratte dalla pagina Fb dello Chalet Il Capricorno

Annunci

2 Comments Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...