Carema, dove le vigne diventano architettura

Sulle coste rocciose che orlano il borgo di Carema, nel tratto canavesano della valle della Dora Baltea, si adagiano i vigneti da cui si ricava l’omonimo vino, il Carema DOC. Comprese tra 350 e 700 metri, alle pendici del monte Maletto, le vigne si sviluppano in verticale, sul versante sinistro della valle, grazie alla paziente…

Davide Scabin e il Food Cleanic

Food Cleanic è il nuovo progetto a cui sta lavorando il vulcanico Davide Scabin. Presentato sul palco di Identità Golose 2014 e rilanciato nell’ambito di RistorExpo, Food Cleanic è un nuovo modo di intendere la cucina, utilizzando il cibo per combattere le malattie. Ed ecco spiegato lo slogan che da un paio di mesi accompagna l’attività dello…

Marco Stabile, lo chef con il sorriso

Per me Marco Stabile è indiscutibilmente lo chef con il sorriso. Mi accoglie così, nella sua Firenze, in quell’Ora d’Aria elegantemente chic a tal punto da rasentare la perfezione, ma senza ostentarla. Quarantun anni, toscano con babbo siciliano, Marco Stabile apre il suo locale nel 2005 in via Ghibellina, poco lontano dal vecchio carcere fiorentino delle Murate:…

Frédéric Lalos: il panettiere a 35 stelle

Un venerdì mattina di marzo, caldo e luminoso. L’inverno parigino è stato particolarmente clemente quest’anno.  Imbocco a piedi la rue des Belles Feuilles, una via piccola ed elegante che dal Trocadéro si spinge all’interno del 16° arrondissement, residenziale e rarefatto. Un albergo di lusso cova i clienti all’ombra delle tende semiabbassate color cioccolato, poco avanti…

Nella Fraschetta, tra birra e storia

I residui di birra rossa rinvenuti su un bicchiere del 560 a.C., ritrovato nella necropoli di Pombia (No), attestano l’antichità in Piemonte della produzione di bevande ottenute con la fermentazione di cereali. La tradizione, risalente al periodo protoceltico, è tuttora vitale, custodita da birrifici artigianali di valore come Civale a Spinetta Marengo (Al) nella Fraschetta….

Francine Segan e il suo amore per la pasta

Francine Segan è, tra le persone che io conosco, quella in assoluto più appassionata di cibo e cultura italiana. Informatissima, curiosa, dinamica, colta, conosce quasi ogni segreto della nostra tradizione culinaria, viene spesso in Italia ed è tra i migliori testimonial del nostro Bel Paese oltre oceano. Americana con un po’ di Sicilia nel Dna e…

A Firenze la pizza è Divina

Borgo Allegri si trova a due passi da piazza dei Ciompi, conosciuta per essere il luogo vocato all’antiquariato e all’artigianato fiorentino. E proprio qui, a metà strada tra il Duomo e Santa Croce, dove tutti i giorni si svolge il Mercato delle Pulci che l’ultima domenica del mese invade di banchetti anche le vie circostanti…

Il Braisenville: la brace che riconcilia lo chef e il gourmet

Prendete prima Philippe Baranes, appassionato di novità in cucina, e Karim Habibi, un gioioso e competente padrone di casa, poi aggiungete la braise (la brace in francese) e mescolatela con il baisenville (l’equivalente dei nostri ‘’borselli’’ utilizzati negli Anni ’70, ma che in Francia, come dice il nome, si utilizzava per il nécessaire nelle scottanti…

Al Carnevale di Ivrea si lanciano le arance

Ricca di testimonianze medioevali disseminate in città, Ivrea si trova quasi all’imbocco della Valle d’Aosta, sulle rive della Dora Baltea. Il suo nome deriva da due parole, una gallica e l’altra latina: epo, cioè cavallo e reda, in latino carro a quattro ruote. Eporeda significa quindi carro tirato da cavalli e questo nome venne dato…

Tradizione dolciaria a Biella

Biella, l’antica Bugella, nota per la qualità dei tessuti in lana, primeggia anche nella tradizione dolciaria, di cui è custode. Tra la sua rosa di specialità ci sono quelle della pasticceria Coggiola, fondata nel 1928. Tra queste risaltano i Canestrelli biellesi, composti da due cialde di farina, zucchero, burro, con un cuore di cioccolato, nocciole…