Un Natale diverso, con il cuore a Kinshasa

Tornare alla realtà non è facile. Vuoi perché le emozioni sono ancora forti, vuoi perché hai mille pensieri in testa, ma soprattutto perché vorresti ancora essere lì a Kinshasa, in quell’Ospedale Universitario trascurato e maleodorante dove tu, però, hai respirato la vita. Ieri io e Thorsten siamo rientrati a Torino dopo un lungo viaggio che…