Rosario Floridia e il Ragusano

_MG_7444
Rosario Floridia

Rosario Floridia, classe 1939, porta con orgoglio sulla sua pelle i segni di una vita dedicata al lavoro. Con una famiglia composta da undici fratelli e cinque figli, prosegue una tradizione iniziata dal padre allevando “da sempre” mucche di razza modicana con cui produce uno dei migliori Ragusani Dop in commercio.

Siamo a Ispica (Rg), tra le colline siciliane, in una zona davvero panoramica, ma non semplicissima da raggiungere. Rosario impara a fare il formaggio all’età di 11 anni proprio dal padre che nel 1948 gestiva già l’azienda agricola di cui ancora oggi Rosario e la moglie Enza si occupano: una vecchia masseria dove si allevano animali e si realizzano prodotti caseari. Ma i Floridia da molti anni posseggono anche un’azienda di proprietà portata avanti insieme al figlio Gianni che con fierezza e riservatezza prosegue l’attività di famiglia sotto gli occhi sempre attenti, vigili e “vispi” di Rosario.

“Si può dire – commenta Rosario Floridia – che il Ragusano sia nato nella nostra azienda: qui infatti sono state fatte le prime analisi e ricerche su questo prodotto e proprio una delle nostre forme ha avuto la marchiatura numero 1. Mio padre mi ha sempre insegnato a realizzare un buon formaggio cercando di rispettare il  lavoro e la  clientela, e quindi sono felice si aver contribuito con impegno al riconoscimento della qualità di questo prodotto della nostra terra”.

Le mucche di razza modicana pascolano libere nei campi dell’azienda e dal loro latte vengono prodotti, oltre al Ragusano, anche Caciocavallo, Provole, ricotta fresca e stagionata. Oltre alla vendita diretta in azienda, i Floridia distribuiscono i loro formaggi anche ad alcuni fornitori che contribuiscono a far conoscere questa eccellenza anche fuori dai confini regionali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La produzione di Ragusano avviene seguendo un disciplinare ben preciso: “Questo formaggio – commenta Rosario Floridia, si può realizzare solo 5 o 6 mesi all’anno grazie al latte che proviene da un pascolo naturale che va da fine novembre a inizio maggio. Noi ne realizziamo in media due forme al giorno che dopo la lavorazione e il riposo stagionano una ventina di giorni. A questo punto si appendono e dopo quattro mesi procediamo alla loro marchiatura. Si tratta di un lavoro faticoso che inizia tutti i giorni con la mungitura alle 5 del mattino e finisce, per quanto mi riguarda, con la vendita e la distribuzione, ma è un lavoro che amo e sono fiero che mio figlio Gianni abbia deciso di seguire questa strada seguito da sua sorella che però lavora nell’azienda del marito”.

Annunci

3 Comments Add yours

  1. sono storie, tradizioni e bellezze come queste che mi rincuorano ancora del nostro bel paese!!!
    brava sarah!

    Mi piace

    1. sarahscaparone3 ha detto:

      E che ne sono davvero tante, credimi! È una gioia poterle raccontare…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...