A cena da Maria Fidone. Dove? In Sicilia

Sarà il caldo torinese, o saranno i ricordi di una vicina vacanza in Sicilia, ma oggi non faccio altro che pensare a Modica e a Noto. A quella terra iblea che tanto mi ha regalato in termini di prodotti e di persone. Mi viene quindi facile consigliarvi, se per caso trascorrerete le vacanze da quelle parti, di andare a trovare Maria Fidone.

_MG_6662-2
Maria Fidone

Maria è una signora d’altri tempi, con una solida e unita famiglia alle spalle che saprà regalarvi, nel suo locale, uno spaccato della più autentica cucina modicana. Il suo ristorante è infatti un vero e proprio punto di riferimento della zona e sono ormai più di venti anni che fa parlare di sé. Di qui sono passati tutti: turisti, abitanti del luogo, critici gastronomici come Davide Paolini che sul Sole 24 Ore di qualche tempo fa scriveva: “Metti una sera a cena nei Monti Iblei a Frigintini. Da Maria Fidone è tutto preparato in casa: dall’estratto di pomodoro, o “strattu”, al pane, alla pasta e le verdure raccolte dall’orto vicino. L’olio extravergine è di loro produzione, in una zona di pregio per la finezza del prodotto. Nasce come rosticceria nel 1982, diventa ristorante negli anni Novanta quando si erano resi disponibili i locali adatti. In cucina, Maria Fidone, realizza con mano felice i piatti di sempre. Ricette che ha imparato dalla mamma e dalla nonna; ma quell’equilibrio, quell’armonia dei suoi piatti penso sia solamente una dote personale. Che dire: finalmente un posto diverso, finalmente la modestia in cucina trionfa, finalmente posso descrivere che le donne con le mani, sono in fondo, migliori degli uomini. La cuoca, ha un valido aiuto nei figli Grazia ed Emanuele“.

Potrei sintetizzare la mia esperienza di un paio di mesi fa con le stesse parole. L’atmosfera di una casa, l’amore di una famiglia, la passione per ogni piatto preparato sono palpabili, visibili, tangibili. Il menù è ampio, le porzioni sono abbondanti e non c’è che l’imbarazzo della scelta: non potrete non alzarvi da tavola soddisfatti. Qualche esempio? Olive verdi schiacciate, scacce, pagnottine, ricotta, ravioli, cavatelli, pasta con il macco, coniglio alla stemperata, fave verdi, gelo alla mandorla, alla carruba e al limone. Questi sono alcuni dei piatti forti di una cena senza eguali in cui vi stupirete di pagare così poco per la qualità e la quantità di quello che avrete mangiato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Maria Fidone inizia a cucinare quando ha 7 anni, ci racconta, dicendoci che all’epoca preparava la pasta a mano. Il suo amore per questo mestiere le viene trasmesso dalla mamma e dalla suocera, vere maestre in cucina, e lei ripercorre la stessa strada insegnando i trucchi dei suoi piatti alla figlia e alla nuora che lavorano con lei nel locale. Tutte le ricette sono legate alla tradizione, sono semplici, genuine, e rappresentano il vero vanto del locale. Piatti davvero unici, tramandati di generazione in generazione. Tutto comincia nel 1982 quando Maria e il marito aprono una rosticceria a Frigintini pensando, poco alla volta, di costruirvi vicino la loro casa. La rosticceria, dove si acquistano focacce, polli al forno, pasta al forno, rustici e arancini funziona bene tant’è che nel locale annesso, nel 1990, decidono di aprire il ristorante che c’è ancora oggi. Chiuso solo il lunedì il locale di Maria Fidone gradisce la prenotazione e non accetta pagamenti con carte di credito.

_MG_6658
Maria Fidone e la sua famiglia
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...