Revello, l’asparago dolce e i fasti del Marchesato

Risale ai primi decenni dell’Ottocento l’introduzione dell’asparago nell’area di Santena e del Pianalto di Poirino, nella varietà francese di Argenteuil, che si adattò ai terreni permeabili, sabbiosi e poco calcarei della zona, assumendo caratteri propri. Non è questa, però, l’unica varietà di Asparagus officinalis coltivata in Piemonte: esiste l’Asparago di Valmacca, diffuso nella piana casalese e…