Tablecloths: da Prato lo stile a tavola

Si chiama Massimiliano Parri e per venticinque anni ha lavorato come odontotecnico per bambini. Nel 2008 decide di cambiare vita e di dedicarsi alle sue grandi passioni: il cibo, la vela, lo stile. Così apre Tablecloths in quel di Prato e realizza da allora splendidi prodotti rigorosamente Made in Italy o meglio, Made in Prato, come lui ama precisare.

Foto archivio Taste 2013
Foto archivio Taste 2013

L’ho incontrato nei giorni scorsi a Firenze durante Taste, anche se era un po’ di tempo che ci si conosceva tramite facebook. Camminavo incuriosita tra gli stand di Taste Tools quando mi sono fermata ad osservare una signora che teneva in mano un capo di abbigliamento che per me era già di culto, anche se lo vedevo da lontano: un foulard bianco con delle stampe di articoli di giornale. Amore a prima vista: in un istante ho realizzato che sarebbe stato mio. Solo il giorno dopo, parlando con Massimo, ho scoperto che si trattava della prima copertina de La Cucina Italiana del 1929, il mitico mensile che “da sempre” racconta i migliori segreti in cucina alle massaie più e meno moderne. Bene, questo foulard presentato al Macef nello scorso mese di gennaio, ora appartiene alla mia “collezione cucina glam” il cui altro fiore all’occhiello, che riscuote sempre un grande successo tra le food vitctims, è una collana con una piccola frusta da dolci realizzata dalle abili mani di Lisa Castellani.

E così ho scoperto che tra le tante referenze proposte da Tablecloths ci sono anche una sacca per la spesa, tovagliette all’americana per il brunch e un pratico grembiule dedicate agli storici numeri de La Cucina Italiana, neodiretta da Anna Prandoni, con un design vintage che riporta al contemporaneo i favolosi anni ’50 e le meravigliose ‘massaie’ che campeggiavano sulle copertine dell’epoca.

la cucina ita _foulard

Figlio d’arte, il padre e gli zii sono i titolari della Stamperia Fiorentina che per quarantacinque anni ha lavorato con lo stilista e fashion designer Roberto Cavalli, Massimo segue una filosofia di ricerca orientata “pensando alle nostre tavole, al buon gusto di noi italiani, alla creatività, al fatto di far nascere le idee direttamente dalle passioni e dall’istinto. La nostra  – spiega – è stata una scelta di qualità e di garanzia del prodotto per una tavola che può essere apparecchiata non solo con la tovaglia, ma anche con runner, mini-runner e tovagliette”. Alla base di ogni lavoro ci sono fantasia, immaginazione, attenzione per tutto ciò che lo circonda e da cui può trarre ispirazione per un nuovo progetto.

La propensione di Tablecloths è dedicata infatti alla creatività e al design per vivere la tavola e il tempo libero all’insegna della convivialità e della golosità. Alla base di ogni prodotto ci sono l’eccellenza della manifattura italiana, la sapienza artigiana nella produzione e nella stampa dei tessuti, la passione per la tavola e la buona cucina e l’attenzione ai materiali di recupero e al loro riutilizzo.

E tra le nuove collezioni ecco quella di runner, declinati in due varianti di colore, con tre motivi decorativi inediti: ravanelli, ventagli giapponesi e particolari pois giocati su cromatismi e sfumature. Per gli amanti del brunch, tre particolari tovagliette all’americana disegnate dalla “penna” di Gianluca Biscalchin, l’illustratore gourmet per antonomasia: i sapori dell’orto, un trionfo di verdure e geometrie; un omaggio a Firenze e alla “ribollita” toscana, con la cupola del Brunelleschi, il campanile di Giotto e la chiesa di Santa Maria Novella circondati da foglie di cavolo nero, teste d’aglio, pane ‘sciapo’ e cannellini; e l’omaggio a Venezia e alle sarde in saor, con sarde e cipolle che fluttuano fra la chiesa e il campanile di San Marco, il Ponte dei Sospiri e i palazzi nobiliari della laguna.

Per i più romantici, un inno all’amore con la tovaglietta che riporta alcuni versi della celebre lirica “Cet Amour” di Jacques Prèvert e per gli amanti del barbecue una linea di guanti dalla lavorazione artigianale in pelle e tessuti stampati. Infine, la passione per il mare e per le barche a vela di Massimiliano Parri ha portato alla creazione di due nuove bag per il tempo libero, in cotone a righe (bianco/blu, bianco/giallo), di una bag XL limited edition personalizzabile in materiale velico di recupero; e di due linee di Revolution KC, originalissime borse nate dal recupero del kevlar e carbonio rivestite con ferzi di spinnaker.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Tina Di Benedetto ha detto:

    davvero simpatiche

    Mi piace

    1. sarahscaparone3 ha detto:

      non solo.. anche di ottima qualità!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...