Ultimi articoli
Un sorso di Gattinara
piemonte

Un sorso di Gattinara

Gattinara è terra di transizione tra l’alta pianura risicola e la bassa Valsesia. Una collocazione felice per paesaggio e natura, ma anche per l’offerta gastronomica, che accosta risotti, rane, carni d’asino e d’oca a formaggi e salumi dell’Alto Piemonte, unendovi un vino blasonato come il Gattinara Docg. L’eccellenza di questo vino, introdotto nel primo Cinquecento … Continua a leggere

A Modica, a casa di Accursio Craparo
italia/ristoranti

A Modica, a casa di Accursio Craparo

Ha aperto alcuni mesi fa il nuovo ristorante di Accursio Craparo in quella Modica che toglie sempre il fiato. Un luogo raccolto, delicato, con una trentina di posti a sedere (in inverno) che nella bella stagione aumentano, grazie al dehor rivolto verso il centro cittadino. Si respira aria di casa da Accursio:  te lo raccontano appena entrato i … Continua a leggere

Impasti e lievitazioni: la pizza di Massimiliano Prete
piemonte/pizza

Impasti e lievitazioni: la pizza di Massimiliano Prete

Vuoi per lavoro,vuoi per passione, la pizza è sempre nei miei pensieri. Amo questo prodotto tutto italiano da sempre e sono in perenne ricerca di qualcosa che mi stupisca nella massa, purtroppo ancora diffusa, di un’offerta che troppo spesso lascia a desiderare. Ecco perché la curiosità mi ha spinto per ben due volte in una … Continua a leggere

Polibibite, il Futurismo in un bicchiere
italia/piemonte

Polibibite, il Futurismo in un bicchiere

Da alcuni giorni sto leggendo un libro bellissimo. Lo ha pubblicato CocchiBooks, è scritto da Fulvio Piccinino e si intitola La Miscelazione Futurista – Polibibite, la risposta autarchica italiana ai cocktail degli anni Trenta. Si tratta di un volume curioso, scritto da un barman per i barmen: un libro che vuole tradurre e rendere riproducibili e … Continua a leggere

Marroni di Valsusa e castanicoltura in Piemonte
piemonte

Marroni di Valsusa e castanicoltura in Piemonte

Tra San Giorio e Villarfocchiardo in Valsusa s’estendeva nel XIII secolo il castagneretus de Templeriis, terre dell’Ordine Templare coltivate a castagni. Qui ancora oggi prosperano le più antiche ceppaie di Marroni della Val Susa con i loro cinque ecotipi (di San Giorio, Bruzolo, Meana, Villarfocchiardo, Sant’Antonino). La presenza del castagno caratterizza ab antiquo le vallate … Continua a leggere